Archive for the ‘abusivismo’ Category

ma quanto urla ‘sto Munch!!

marzo 27, 2009

44934_l1tempo fa, qualcuno lo ricorderà, scrissi un post sull’Urlo di Munch, tra il serio e il faceto, così tanto per dar sfogo a certi comportamenti repressivi tipici del mondo scolastico di qualche decennio fa.

Non l’avessi mai fatto! Da un certo periodo, forse a seguito di un film, uno sceneggiato o semplicemente perchè è stato affrontato questo argomento nel programma scolastico, ho un cospicuo numero di lettori giornalieri su questo argomento.

Chi si scandalizza, chi si offende, chi insulta, chi si incazza…molti rimangono irritati dalla mia controtendenza: la grandezza dell’Urlo di Munch è infatti per me una emerita montatura.

Non è un bel quadro, tutt’altro, sotto tutti gli aspetti ma tutti lo esaltano affidando a quest’opera significati forse azzardati. Si dice che sia l’emblema della mancanza di comunicazione umanitaria, l’indifferenza a livello planetario tra i popoli e anche sulla miseria e la crudeltà della guerra, queste ultime vere e proprie pippe mentali perchè del tutto infondate in quanto realizzato prima delle guerre mondiali.

E se pure fosse così, simbolicamente per me tutto ciò è rappresentato con molta ingenuità da Munch e se vogliamo dirla tutta appare anche scopiazzato da alcune opere di Van Gogh.

Molta notorietà tra l’altro questo quadro l’ha ottenuta grazie ai ripetuti furti che ha subito nel tempo tanto che molti conoscono solo questa tela dell’artista senza sapere che Munch ha realizzato dei quadri bellissimi come il suo autoritratto o “La giovane donna sulla spiaggia”, “Il bacio”, “La bambina malata”, “Madonna”, “Morte della mamma”, “Danza della vita” ed altri ancora.

Tutti bellissimi quadri sull’amore e il dolore, sulla morte e sulla vita che in molti non conoscono perchè nessuno ha mai tentato di rubarli.

Avrei ancora molte altre cose da dire sul tema ma mi sono già dilungato abbastanza, pertanto, concludo qui la mia riflessione ma non senza prima insistere nel dire che l’Urlo di Munch è la sua opera peggiore sia come messaggio “sublimale” sia come tecnica pittorica, e ampiamente scopiazzata da Van Gogh.

Annunci

anche questa è fatta

febbraio 20, 2009

47818_mtra carnevale e halloween non so ancora quale sia tra le due ricorrenze la più stupida, la più insulsa, la più falsa.

Parlo naturalmente riferendomi al nostro beneamato paese che copia solo le scemenze e ignora quelle più intelligenti.

Ieri era giovedì grasso e tutti i poppanti erano in giro armati di trombette e spray a rompere le palle ai passanti o agli sfortunati inquilini della porta accanto.

Posso capire il carnevale di Rio, tutt’altra cosa rispetto allo squallore di Viareggio o Rimini, perchè i brasiliani il samba e il carnevale ce l’hanno nel sangue da sempre ed è un piacere assistere alla sfilata delle varie scuole di ballo.

Aspetto quindi con ansia martedì grasso, giorno in cui si chiuderà anche questa ennesima sceneggiata all’italiana,  e pensare: anche questa è fatta.

nove settimane e 1/2, quattro spogliarelli ed ho già le palle spappolate

febbraio 19, 2008

50883_m.jpg 

 e no amici, andiamoci piano perchè mancano quasi la bellezza di nove settimane e mezzo alle elezioni e già qui non si parla d’altro!

Vi lamentate che i politici parlano a vanvera ed a sproposito ma voi ad ogni loro cacatina ne riportate peso, quantità, misure e consistenza…

Sparano a raffica stronzate di ogni genere sapendo che più le sparano grosse e più se ne parla e straparla sui giornali, alla televisione ed anche sui nostri blog.

Praticamente facciamo da cassa di risonanza delle loro scuregge.

Perchè allora non riposarci col peggio settimanale inglese, il News of the world  che ha “finalmente” stilato la classifica dei video sexy più cliccati su Internet?

La prima è la lillipuziana Kylie Minogue.

A seguire pare siano Paris Hilton e Kelly Simpson, seconda e terza. Lindsay Lohan si è piazzata sesta e Kate Moss non saprei perchè mi sono addormentato prima di vedere il suo video e finire di leggere l’articolo del settimanale.

Qui di seguito vi linko anche i video che il Corriere della Sera, ha importato nella sua pagina web dal settimanale di cui sopra, per aumentare i suoi visitatori di età inferiore ai dieci anni, ricordate l’iniziativa “il giornale in classe”?

kylie minogue lindsay lohan paris hilton kate moss

Ma non si potrebbe parlare d’altro???

‘O Vesuvio, un vulcano di idee (abusive)

gennaio 21, 2008

46982_m.jpg 

secondo gli esperti, l’area a nord-ovest di Napoli è in testa alla classifica dei vulcani più pericolosi al mondo.

Ma l’italiano, si sa, è talmente “furbo” che nessuno lo frega e, così, circa un milione di nostri connazionali ha scelto di mettere su casa e famiglia in un “pezzulello” di terreno di non più di duecento km quadrati ad altissimo rischio geologico.

Un fazzoletto d’Italia, praticamente, ma non bianco o a fiorellini come è comunemente usuale tenerlo in tasca o borsetta, ma rosso, di un rosso talmente incandescente che presto o tardi potrebbe incenerire tutto il vicinato…abusivo.

“Vesuvio o no, questi posti ci danno casa e lavoro” ha sbottato un napoletano verace facendo le corna.

L’abusivismo è una brutta “abitudine” specialmente quando si va contro non solo la legge stabilita dall’uomo ma anche e soprattutto quella stabilita dalla natura e dal buonsenso.

Posso capire l’attaccamento alla propria terra, alla casa, al lavoro e a tutto quello che volete ma vivere su una bomba ad orologeria comporta delle responsabilità nei confronti non solo personali ma familiari e, se permettete, anche universali.

Lo Stato ha anche incentivato l’esodo da quel sito con lo stanziamento di 30.000 euro a  famiglia ma “là, nisciuno è fesso” e solo in pochi si sono lasciati “fregare”.

All’italiano lo frega solo il napoletano.

NB: prego di astenersi dai facili commenti sui soliti luoghi comuni come “sono povera gente”, “sei un razzista e xenofobo” o altre stronzate del genere perchè significherebbe che non si è capito, o meglio, non si è voluto capire, il senso del post. Stravolgere e strumentalizzare anche ciò che di buono si tenta di fare o dire, da qualunque parte sia il pulpito, è ormai pratica consolidata.

Sì, metto le mani avanti perchè ciò che è avvenuto e sta avvenendo recentemente nel nostro Paese dimostra, ancora una volta e sempre di più, una malafede generale e diffusa alla quale non mi abituerò mai.