il ministro Brunetta e la sua trombetta

47850_l1Da giorni nei forum on-line dei nostri quotidiani c’è un gran fermento che io chiamerei più una guerra tra poveracci che un vero e proprio dibattito sull’efficienza o inefficienza della Pubblica amministrazione.

L’ultimo spunto ieri quando la trombetta del ministro Brunetta ha suonato nuovamente la carica e questa volta contro le donne che vanno a fare la spesa nell’orario di lavoro.

E subito difensori e accusatori si sono presi a cazzotti (per il momento solo virtuali) in una guerra di bassissimo profilo tra poveri e poveracci che, dimenticando i veri problemi della nostra Italietta, ma è questo quello che il trombetta, pardon, il Brunetta vuole, si accusano l’un l’altro in uno scambio di idee senza fine.

In sintesi estrema, il privato, spronato dalla carica suonata dalla trombetta, si scaglia contro il poveraccio della porta accanto, l’odiato impiegato statale che va a fare la spesa mentre lui, il privato, evade, quando va bene, solo le tasse.

Già…il lavoratore privato, appartenente ad una categoria vessata e tartassata nel tempo perché non ha il tempo di prendersi un caffè o andare a fare la spesa.

Ma questo gran lavoratore privato chi è?

E’ il barista che non fa mai lo scontrino, il ristoratore che non fa mai la fattura, l’idraulico e il muratore e il falegname che chiedono centinaia di euro esentasse per un intervento bevendo il caffè offerto dal povero cliente, il negoziante che non fattura la merce venduta e acquistata, il dentista o il medico che se pretendi la fattura ti caricano del 20% compensi pari ad 1/3 ed anche più del tuo stipendio di statale, il carrozziere e il meccanico che in nero ti presentano conti incredibili, il parlamentare che con privilegi e stipendi d’oro manda la moglie in auto blu in centro, guarda un po’!, a “fare la spesa” o quello che alle feste comandate riempie cantine e frigoriferi di “salumi e prosciutti” per grazie ricevute, il costruttore edile che tira su ecomostri pagando in nero gli extracomunitari, il coltivatore diretto che fa raccogliere i pomodori a costi da fame anch’essi esentasse, il parrucchiere che ti spazzola la giacca ma dichiara incassi da fame mance comprese, l’attore che recita anche nella realtà dichiarando compensi irrisori, l’imprenditore che oltre ad incassare incentivi succhiati agli stipendi degli statali, evade impunemente tasse e contributi dei suoi dipendenti che a loro volta accettano stipendi in nero, l’avvocato che …….

Vogliamo poi parlare dei privilegi e delle liquidazioni d’oro dei parlamentari e presidenti tipo Alitalia, Parmalat, Telecom ecc.?

Vogliamo poi parlare degli sprechi e delle pensioni dopo 2 anni e sei mesi e un giorno di legislatura?

Ecco l’esercito che tanto odia l’impiegato statale, ecco chi sono quelli che gridano quant’è bravo Brunetta, quelli che non hanno la pausa caffè (ma a chi lo raccontano!) o la possibilità di andare a “fare la spesa” ma “solo” di andare in settimana bianca o alle Maldive a spese del contribuente statale che le tasse le paga tutte fino all’ultimo centesimo!

Ecco questi sono quelli che al primo squillar di trombetta, mi ricordano Rin Tin Tin, galoppano nelle praterie alla caccia degli indiani in difesa delle proprie lobby.

 

6 Risposte to “il ministro Brunetta e la sua trombetta”

  1. Grazia "etnea73" Says:

    Ma quanto hai ragione!

  2. Orchidea Selvaggia Says:

    MI ERO RIPROMESSA DI NON SCRIVERE PIU’ COMMENTI AI POST DEI VARI BLOGS PER MOTIVI DIVERSI. MA QUESTO MERITEREBBE LA LAUREA HONORIS CAUSA CON DIGNITA’ DI STAMPA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    CHAPEAU, SIGNOR ARCHITETTO.
    ORCHIDEA SELVAGGIA

  3. Uyulala Says:

    che dire? Non modificherei neppure una virgola al tuo post. Questa gentaglia non si rende neppure conto del livello di esasperazione delle persone.

  4. nelsoncocker Says:

    OT: C’è un piccolo premio per te!

  5. ilgambero Says:

    gli impiegati statali non fanno niente di niente, i privati lavorano, evadono o pagano fior di tasse…
    ne´ l´uno ne´ l´altro.
    quanto a brunetta, che voi fa´, ora e´ ministro e deve macina´ male. del resto, come ha sempre fatto!
    ahh quanto ci piace nascondere le vere informazioni!!!!

  6. francesca Says:

    un caro saluto a te e un prrr a brunetta!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: