uno Stato di diritto di uccidere

come tutti saprete il gip ha derubricato il fattaccio da omicidio volontario in doloso su richiesta dell’avvocato della controparte, cioè di quel mascalzone, rifiuto umano di cui mi fa schifo solo pronunciarne il nome.

A dir la verità non ho mai creduto che l’accusa di omicidio volontario sarebbe rimasta in piedi a lungo, conosco ormai la perversione giuridica italiana. Pertanto non mi sono stupito più di tanto ma indignato sì, offeso anche e preso in giro.

Tempo fa scrissi un post proprio sul vergognoso mestiere di quegli avvocati difensori che, pur consapevoli della colpevolezza dei loro assistiti di turno, si aggrappano a cavilli giuridici di dubbia onestà etico-professionale.

Se sconterà tre anni di carcere sarà grasso che cola, tre anni contro due vite incredibilmente oneste.

Ma chiedere addirittura gli arresti domiciliari per quel disgraziato figlio di puttana mi sembra veramente troppo!! Oltre il danno la beffa!

Credo che l’Ordine degli avvocati dovrebbe vergognarsi e l’intero ordinamento giuridico italiano riconsiderare e riscrivere certe leggi ormai obsolete e fuori dalla realtà.

Sono convinto che rimettersi alla clemenza della Corte sia in certi casi d’obbligo e più dignitoso sia per l’avvocato che per l’accusato.

Sono proprio un qualunquista!

PS: al momento, in casa dei genitori di Alessio e Flaminia non è ancora arrivato un telegramma di condoglianze e scuse da parte della famiglia del balordo che pare sia…. “costernato”.

16 Risposte to “uno Stato di diritto di uccidere”

  1. Warp9 Says:

    Se va ai domiciliari è praticamente fuori.
    Girava con la patente del fratello gemello, vuoi che non esca di casa spacciandosi per lui ?

  2. Lisa72 Says:

    Spero di non fare la Cassandra di turno ma, volendo essere stronza (e lo scrivo senza autocensura perchè ritengo che in questo caso sia opportuno lasciare da parte le buone maniere) come questo post richiede, potrei aggiungere che mi auguro che nessuno offra all’assassino soldi per raccontare la sua storia o, peggio, per usarlo come testimonial magari di qualche bel modello di SUV.
    Lo Stato di diritto richiederebbe che l’equità del processo fosse non solo per l’accusato ma anche per la vittima….. ma forse mi sbaglio..
    Un caro abbraccio, Lisa

  3. Twister Says:

    costernato un corno!!! ovvimente a dirlo è stato l’avvoltoio del suo avvocato!!! è un balordo!

  4. Miskappa Says:

    Non ho, volutamente, seguito le vicende dell’episodio luttuoso. Mi domando che tipo di famiglia sia quella del costernato. Dico solo che se fosse stato un Rom o un extracomunitario gli sarebbe sicuramente riservata una sorte diversa e i politici avrebbero cavalcato la cosa ed i telegrammi sarebbe arrivati copiosi.
    Poveri genitori, riesco a pensare a loro solo con infinito rammarico e tanto dolore.

  5. newyorker Says:

    ieri pomeriggio quando hanno saputo la notizia del passaggio da volontario in colposo non è stato un bel momento…è stato così che hanno deciso di aprire le porte a tutti i mass media per gridare il loro sdegno….non biasimateli per questo, certe dinamiche non si possono capire da spettatore…
    Questa mattina sono andati i genitori a vedere i loculi messi a disposizione del sindaco….sono tornati poco fa distrutti e delusi e piangenti….sembra non siano all’altezza di quanto ci si sarebbe potuto aspettare….sono veramente brutti e mal messi…

    ps: volevo infine scusarmi con voi per non visitare i vostri blog com’è usuale fra noi….non sono in palla

  6. Lisa72 Says:

    .. i loculi messi a disposizione dal sindaco…. sono veramente brutti e mal messi…
    in questi casi ho visto più di una volta che le autorità peccano enormemente di insensibilità… spero che qualche anima buona si faccia vanti in vece del sindaco e offra loro almeno un luogo degno del dolore che provano…
    ps: credo che nessuno di noi si aspetti di leggerti in giro… ci sarà tempo.. ora stai vicino alle famiglie dei due ragazzi più e meglio che puoi!

  7. nataconlavaligia Says:

    E’ davvero triste che si trovino le attenuanti per un assassino e non si ricorda che girava senza patente. No dico. Basta questo giusto?
    Non aveva la patente. Non avrebbe dovuto guidare. L’ha fatto. Non solo… E’ passato col rosso ad alta velocità, superando le auto che erano in fila al semaforo.
    E ha spezzato due vite. E ad una persona del genere si vogliono dare le attenuanti????
    Ma perchè queste persone devono farla franca? Perchè la vita di due ragazzi deve valere così poco???

    E poi… il sindaco! La sua sensibilità pari a zero che mi fa vergognare!

    NYer abbraccio alle famiglie di Alessio e Flaminia e a te

  8. Twister Says:

    purtroppo, come ho letto da qualche parte, non vi sono raid punitivi per figli di papà imbecilli dei parioli…. io mi chiedo un’altra cosa. Si può speculare così tanto sulla morte???? I servizi funebri del comune di roma hanno prezzi alle stelle ed almeno fossero adeguati!!!!!!!!!!

  9. melania Says:

    caro New, capisco bene il tuo stato d’animo e lo sdegno.
    è successo e sta succedendo qualcosa di troppo crudele, cattivo, senza senso.
    non posso fare a meno di immedesimarmi nei genitori dei ragazzi e mi si spezza il cuore.
    troppa cattiveria, troppa superficialità, troppa ingiustizia.
    un abbraccio

  10. Nausicaa Says:

    Ho sentito di qst notizia l’altra sera prima di andare a dormire, ero a Bologna cn un’amica e sn tornata ieri. Ho letto ieri sera che conoscevi bene questi due ragazzi…mi spiace molto per i loro cari, non si può fare altro che offrire loro solidarietà e tutto il sostegno possibile. Sarà dura per loro, durissima. Stategli accanto più che potete, perchè come hai ben spiegato tu, in qst casi arrivano anche altre mazzate dopo il tremendo dolore.

  11. enrico Says:

    a questo punto spero rubi un sacchetto di mele. forse prende più anni.
    sono indignato e schifato da una giustizia vergognosa

  12. ilgambero Says:

    Sono schifata da tutto questo ma c’era da aspettarselo. Una Giustizia che non fa il suo dovere di Giustizia… Io credo che dobbiamo essere noi cittadini a dover reagire alle cose che non vanno, mi spiego e lo so che non e’ facile, ma non si puo’ accettare passivamente nel dolore un risultato del genere. Bisogna incontrare le alte istituzioni della ‘Democrazia’ del nostro paese e fare sentire la nostra voce. I genitori dei due ragazzi hanno fatto benissimo ad aprire le porte ai media e devono continuare a farlo perche’ deve cambiare lo stato delle cose attuale.
    Sempre vicina ai genitori delle vittime, vicina alle vittime con tenerezza, e un abbraccio a te New.

  13. ilgambero Says:

    pardon, ‘lo stato attuale delle cose’…

  14. roselia Says:

    “danno e beffa”…. inaudito!!!

  15. aguamala Says:

    mah…in tal senso son qualunquista anche io…

    “Sono convinto che rimettersi alla clemenza della Corte sia in certi casi d’obbligo e più dignitoso sia per l’avvocato che per l’accusato.”

    L’ho sempre pensato anch’io…Con rabbia ed indignazione…
    E sai qual’è il dramma? Che ho dovuto pensarlo troppe volte nel guardare i tg…Sta diventando un’abitudine…
    Un umiliazione immensa…Una mancanza di rispetto del dolore altrui che non è ammissibile e concepibile.
    Chi sbaglia deve pagare. Se mai esisterà un perdono, se mai esisterà una redenzione solo il tempo può dirlo. Ma questa consapevolezza, che si sta inculcando nella mente dei balordi, che tutto resti impunito, che si possa giocare con la vita, senza dover rendere conto a nessuno è un qualcosa di vergognoso per noi cittadini onesti. Perchè rende tutto precario…
    Mi vergogno di questo stato…Ogni giorno che passa il mio schifo cresce. Perchè sento solo bei paroloni in vista di elezioni…Sento notizie in cui si inculca il terrore per l’extracomunitario, il rom….Il problema sono loro? O uno stato la cui giurisdizione fa acqua da tutte le parti? Uno stato assente. Da cui non mi sento rappresentata.
    Ed i genitori, fanno bene ad urlare la loro indignazione…
    Mi sn dilungata…
    Ciao

  16. erica blogger Says:

    è brutto dover dire che lo Stato e la giustizia fanno schifo ma è così ; qui dove vivo, in un passato recente vi sono stati due incidenti mortali, per colpa di ubriachi, e tre ragazze giovani sono morte
    per nessuna di loro c’è stata giustizia ; i colpevoli non hanno fatto un giorno di prigione…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: