ragazzi di vita outdoor

50404_l.jpg

chi abita a Campo de’ Fiori o a Trastevere qui a Roma, o in qualsiasi altro centro storico di un’ altra città, non è poi così “privilegiato”rispetto a chi abita in periferia come si dice.

Avere le finestre che affacciano su piazze o vicoli storici dove la gente ama “socializzare” sorseggiando birra o altro, o gustando un cono gelato e parlando ad alta voce, ridendo sul nulla e magari dando calci al pallone fino all’alba, beh….può significare non fare sonni tranquilli o non poter passare una domenica in relax in casa.

Qualche secchiata d’acqua ogni tanto fa giustizia sommaria ma non basta, tocca cambiar casa se non si vuole finire alla neuro.

Ahhhhh questa “movida” così trend, così moderna, così fuori dagli schemi, anticonformista e poi così puntuale, ripetitiva fino all’ossessione: si ripete infatti ogni sera e non si deve tornare a casa non prima delle quattro, cinque del mattino, altrimenti non si è à la page. Alle cinque “finalmente”,  sia l’inquilino che non dorme che l’avventore che dorme in piedi, timbrano il cartellino e buonanotte ai suonatori.

E il giorno dopo: “Che figo! Sei stato in piazza fino alle quattro? Ma che avete fatto? Chissà quanto ti sei divertito!!” chiede il fratellino.

E lui : “Beh guarda…ho bevuto tre quattro birre, ho fumato spinelli, ho urlato discorsi osceni in faccia agli altri, ho ruttato a volontà, ho tirato due calci al pallone tanto per far casino…ma una noia…una noiaaa. Non vedevo l’ora di tornare a casa anche perchè c’avevo un sonno….”.

Quello che mi preoccupa è che spesso anche i grandi si credono ragazzi di vita.

38 Risposte to “ragazzi di vita outdoor”

  1. jimbao Says:

    Buongiorno! Dormito bene?🙂

  2. pourquoiécrivezvous Says:

    eh già, che poi se consideri che in Italia si considerano ragazzi fino a quarant’anni…
    buongiorno newyo’!

  3. newyorker Says:

    jimbao, ciao, hmmm.. no, co’ sto casino….
    barbarà, solo 40? pure a Parigi non si scherza eh?

  4. Pittrice Says:

    Viva la vita di campagna, dunque.
    Io a vedo solo vigneti dalle mie finestre…..

  5. newyorker Says:

    pittrice, presto spero di ritirarmi anch’io in campagna, Umbria o Toscana.

  6. jimbao Says:

    Guarda a volte mi ci sono ritrovata anche io a “gozzovigliare” per il centro (anche se in realtà le 4 per me sarebbe un afterhour). Può essere carino farlo UNA VOLTA OGNI TANTO, naturalmente ho saltato la parte dei rutti, degli schiamazzi e del pallone. Neanche io mi ritrovo in persone – tra cui tanti miei amici – che riescono a girovagare una notte sì e l’altra pure senza mèta con un birrozzo in mano.
    Poi quando se ne parla la stramba sono io che non sono sociale!

  7. NightNurse Says:

    non ho mai abitato in città..dove sto io nemmeno le macchine che passano in strada sento!!eppure sono così affascinata da questi centri storici, lo sono sempre stata..mi son persa nelle immaginazioni di una vita in una casetta in Brera o a Trastevere o in Città Alta a Bergamo..sì,restano tuttora pensieri molto affascinanti!
    Buon lunedì Ny, ma tu dove stai?!mica sarà autobiografico qs post?!?!

  8. newyorker Says:

    jimbao, adoro gli asociali
    nightnurse, come l’hai capito??????

  9. precaria Says:

    noi infatti abbiamo lasciato i vicoli del centro storico per un appartamento in prima periferia ma vicinissimo al mare e silenziosissimo!!!!

  10. arwenh Says:

    come concordo! molti miei amici quando chiedo “che avete fatto?” dicono “son tornato a casa alle 4″….. e questo e’ tutto detto.
    ore fuori di casa per poi far cosa? bere? 4 chiacchere?
    io penso che sta gente che sta fuori fino a tardi non c’ha un cazzo da fare.. oppure mi deve dire come fa a star fuori fino alle 4 e andare a lavorare normalmente il giorno dopo. quando durante la settimana ci sono feste di compleanno e torno dopo mezzanotte il giorno dopo al lavoro sembro uno zombie… sara’ che sono gia’ vecchia…
    cmq non ci vedo tutto sto divertimento a stare in giro a bere, senza senso. personalmente, preferisco quando organizzo una cena da me, si mangia si beve e si chiacchera in compagnia, e poi si gioca tutti insieme a qcosa.
    d’estate con il bel tempo uscire si, lo preferisco… ma solo per poi fare il bagno di mezzanotte🙂

  11. nadiaflavio Says:

    Io non ho mai capito che gusto ci sia a stare in piedi fino all’alba: io mi divertivo e facevo “casino” di giorno, magari di sera ma poi alla notte dormivo!
    Ciao
    Flavio

  12. emma Says:

    NY, i ragazzi di vita sono altri, son quelli che si prostituiscono, quelli di pasolini, quelli dei furtarelli, quelli che tirano a campare.
    In ogni caso se è a quella provocazione che volevi arrivare, direi che le esperienze vanno fatte, come giustamente lasci intendere tu non dovrebbero farle quelli che non ne hanno più l’età.
    Ma quando non è più l’età?

  13. bitunicode Says:

    iniziamo bene la settimana vedo

  14. priedavat Says:

    Stai diventando vecchio.

    —-
    prima che qualcuno lo dica, no, non sono della razza descritta da niùiorcher.

  15. xeena Says:

    Io abiterei sopra i portici di Bolzano in pieno caos notturno, ma giusto per lanciare secchiate d’acqua. Amo la mia periferia e il mio giardino quindi in centro solo per passeggiare e cazzeggiare!
    Sapevo che ti sarebbe piaciuto il nuovo avatar!
    Ciao buon inizio settimana Roma (amatissima Roma).

  16. newyorker Says:

    precaria, ottima soluzione per chi può😉 ma domani vi sorprenderò
    arwenh, questa riflessione è nata dai discorsi che sento da mio figlio (24 anni) e da due mie nipoti (17 e 21anni) che stanno sempre a zonzo fino all’alba e quando parlano tra loro del “cosa hai fatto ieri sera?” ne parlano come fossero stati ad un funerale…si annoiano da matti, uè il bagno di mezzanotte si fa nudi eh?
    flavio, più o meno la nostra generazione ha fatto tutta così e sono dell’idea che ci si divertiva di più
    emma, sei arrivata alla mia implicita citazione….l’esperienza di cui tratta il post ben venga, sono le altre, quelle che racconta Pasolini, che sarebbero un problema…
    bitunìc, ma non sei mai preparato il lunedì!!!
    priedavat, secondo me si è vecchi se si sta senza un perchè fuori fino all’alba…quand’ero ragazzo e qualche volta anche ora, ci si riuniva in gruppo e saliti a Passo Giau (Cortina) si aspettava attorno ad un fuoco l’alba….ecco questo mi sembra sensato e sentirsi giovani oltre che esserlo
    xenna, di secchiate d’acqua ne ho tirate …non hai idea di quanto sia divertente vedere le loro facce sorprese specialmente in inverno..

  17. Michela Says:

    uuuuh archite’, ma sappiamo bene che abitare in centro l’è una cosa e abitare su PIAZZA CAMPO DEI FIORI è un’altra….il prezzo della “notorietà”, no??😉
    Buon inizio e buon riposo!!! hehee

  18. Dona Says:

    penso che faro’ leggere il tuo post ai miei figli che ieri sera andando a letto si sono lamentati del runore che faceva il vento e non li faceva addormentare!🙂
    Dona

  19. demi4jesus Says:

    Uh cielo… che discorsi esilaranti… e pensare che altri tempi non si dormiva per i cri cri continui dei grilli… ahahahha
    io ho fatto anche più tardi delle 5 del mattino sveglia… comodamente seduta sulla poltrona del mio salotto a leggere un buon libro… miiiiii come sei patetica mi direbbero i miei coetanei… e che ci volete fà? so così.. ahahahahahahahaha

  20. newyorker Says:

    michè, e che prezzo….
    dona, chi c’ha il pane non c’ha i denti….
    demi4, beh hai una bella resistenza

  21. evacontroeva Says:

    NY ma tu abiti a campo de fiori????

  22. Oscar Ferrari Says:

    Ma come, con tutti i parlamentari che stanno a Roma senza famiglia non hai trovato ancora il modo di far fruttare un appartamento nel centro di Roma?

  23. newyorker Says:

    ilaria, hmmmmm…..hmmmm….
    oscar, sono molto tirchi…nun c’è trippa pe’ gatti

  24. melania Says:

    tutto bene… solo incasinata sul lavoro… a dopo…

  25. francesca Says:

    senti se abiti a Campo dé Fiori e ti lamenti…ti uccido!!!🙂

  26. lealidellafarfalla Says:

    Campagna…e doppi vetri alle finestre🙂

  27. newyorker Says:

    melania, ok aspetto
    francesca, peggio…
    lelaifarfalla, beata te

  28. francesca Says:

    che vorrebbe dì peggio?

  29. enrico Says:

    io vivo al mare. ma a pochi km da casa mia c’è una bellissima cittadina, Lucca. A parte il problema (enorme) del parcheggio, sai che mi piacerebbe provare l’esperienza di abitarvi?

  30. newyorker Says:

    ‘giorno a tutti….

    francesca, no comment
    enrico, attento pechè ilproblema del parcheggio ti porta in breve alla pazzia a meno che non si abbia un box o un garage che ti condiziona comunque la vita….a Lucca ci puoi sempre andare in treno e poi tornare

  31. melania Says:

    ho letto il tuo post ieri notte. ma non ero della vena giusta per commentare.
    la mia esperienza di vita a Roma riguarda il centro dove ha abitato mio padre, prima dalle parti di Piazza Farnese e, da qualche anno a questa parte, in una traversa di via Giulia. devo dire che mi piace il centro di Roma e mi piace viverci. anche se, trattandosi di brevi periodi, avevano più il gusto della vacanza. per il resto sono un essere alquanto asociale, mi piace fare ogni tanto tardi, ma solo in compagnia di persone con cui mi trovo bene a tirar tardi chiacchierando e beven do qualcosa.
    come passano la notte i ragazzi in questi tempi è poco comprensibile anche a me. anche io da adolescente-ragazza mi divertivo, e anche molto. ma in modo senza dubbio differente.

  32. Elisa Says:

    Hai detto di passare ed eccomi quà!
    Sono romana, che meraviglia trastevere, piazza trilussa, campo dei fiori!
    Una mia amica che quest’estate è stata a New York, mi ha raccontato di quanto il divertimento sia concepito in maniera diversa rispetto a noi.
    Non saprei dire quello che più mi piacerebbe, dovrei provare la grande mela per decidere!
    E spero presto di andarci, anche se sò che conviene aspettare i 21 anni, perchè prima di quell’età molte cose non si possono fare.

  33. fannyanda Says:

    Sono romana ma da due anni vivo in un paese del nord Europa. Ho passato tutta la mia adolescenza uscendo la sera in centro, tra piazza di Spagna e piazza della Rotonda (che ho sempre amato), tra piazza navona e Campo de’ fiori (che ho sempre detestato) a Trastevere (che mi ha sempre inquietato). Non potrei vivere fuori dalla citta’, sono nata in citta’ e muoriro’ in citta’ (almeno penso). Sono abituata ai rumori, agli schiamazzi, a tutto cio’ che significa -rumori di citta” e ahime’ non posso farne a meno. Ogni volta che torno a Roma cerco di coglierne l’essenza ricaricando le batterie per il mio ritorno. Oggi vivo in una citta’ che e’ molto piu’ piccola della mia citta’ e molto diversa dalla mia citta’. Ma, nonostante tutto, anche io preferisco la tranquillita’ nelle frequentazioni, avendo il tempo a disposizione per elaborare le esperienze.

  34. ilgambero Says:

    ma… che posso dire… concordo su tutto o quasi… non saprei…
    mi presento, sono ‘giorgia il gambero’🙂

  35. lavinia Says:

    Bologna era famosa per le chiacchierate notturne.
    C’erano i “biassanot” (non so se si scrive così) in dialetto bolognese significa “mangianotte”
    Stavano a chiacchierare fino a tardi tardi. Un mormorio.
    Adesso non ci sono più. Ma per le strade del centro c’è una moltitudine di giovani e finti giovani che bevono e fumano e ascoltano musica facendo un chiasso pazzesco.

  36. arwen_h Says:

    io a campo dei fiori ci son stata … e pure fino alle 4 di notte. anche perche’ siamo andati a mangiare in un posto esattamente li, buonissimo, poi a prender qcosa da bere (sempre li), poi abbiamo aspettato dei nostri amici americani che a causa del fuso sono arrivati all’1 e siamo stati a chiaccherare e a bere cappuccini fino alle 4. bello bello. pero’ mentre noi si pprlava e tutto sono arrivate due ambulanze a portar via dei ragazzini (piu giovani di me.. tipo sui 16-18) che si vede che si son sentiti male… pesante.
    ad ogni modo… qulla parentesi di campo dei fiori e’ stata cosa di una notte, e solo perche’ eravamo in vacanza. in periodo “regular” non so come si fa a star alzati fino alle 4.. io il giorno dopo sarei rincoglionita.

  37. newyorker Says:

    melania, niente male i tuoi ricordi se sono a piazza Farnese e via Giulia ma i tempi son cambiati ed ora non è più possibile viverci per gli schiamazzi e il traffico
    elisa, sei giovane….avrai tempo
    fannyanda, mi lamento ma tutto sommato non saprei allontanarmi
    giorgia, piacere, il tuo nome gambero ti si addice perfettamente….
    lavinia, parli di piazza Verdi?
    arwenh, infatti sono il venerdì e il sabato le notti di fuoco….

  38. arwen_h Says:

    si ma se venerdi e sabato torni alle 4,5.. poi come fai a riabituare l’orologio biologico per domenica/lunedi???
    cioe’… quelli che si alzano alle 12,13 alla domenica come fannoa dormire all 10,11 di sera per svegliarsi bene al lunedi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: