una settimana di penitenza

51153_m.jpg

è questo il periodo giusto per prenotare la penitenza che ormai nessuno vuole negare e negarsi: la settimana bianca.

Solo per la scelta dell’albergo e della località già si va al manicomio: per lei non deve mancare lo shopping post abbronzatura, per lui la palestra post sci e per i piccoli la piscina (di un metro quadro) post capricci.

Risolto questo “piccolo” problema logistico-strategico si comincia a pregare e a fare tutti gli scongiuri che nessuno si ammali.

Si cammina sottomuro e ci si copre con dieci strati tra magliette di cotone, maglioncini, maglioni, gilet, pile, piumini, sciarpe, berretti e l’ombrello anche quando c’è il sole.

Se poi si è costretti a prendere il bus per andare a scuola o al lavoro, si guardano con sospetto tutti gli occasionali passeggeri cercando di respirare il meno possibile e non toccare nulla, neanche le barre di sostegno.

Non si stringono più le mani degli amici e dei colleghi e di baci e bacetti non se parla proprio!

Si seguono nervosamente, per giorni e giorni, tutti i bollettini meteo possibili, anche quelli dei paesi arabi, non si sa mai; si chiedono informazioni a chi c’è già stato; si telefona al personale dell’hotel per avere notizie precise.

La febbre sale e si comincia a non dormire più pensando a cosa mi porto e cosa no…..

I bambini calzano già gli scarponi e la maschera da sub per casa e se potessero anche gli sci, sudano come già avessero indossato le tute da sci e lo zuccotto di lana!

I bagagli aumentano  a dismisura giorno dopo giorno…”ma caro…e se poi piove? e se poi fa freddo? e se fa caldo? e se il pupo si bagna le scarpe?”.

L’eccitazione cresce e Arcibaldo, il mastif inglese grosso come un cavallo, ha la lingua che gli pende e sbava ovunque anche lui dall’eccitazione! Povero…non sa che, come al solito, verrà inesorabilmente ospitato in quella “magnifica” pensione per cani di periferia.

Finchè arriva la notte prima della partenza stabilita “rigorosamente” per le sette!!!

Che nessun dorma!! Chi per il panico, chi per l’eccitazione, chi per “mi sarò scordato qualcosa?” va e viene dal bagno o dalla cucina.

Ma ‘a nuttata passa comunque e, puntuale, arriva il dubbio dell’ultimo minuto “caro…c’ho ripensato…metto in valigia anche il tubino nero”. Riaprire una valigia piena zeppa è facile ma richiuderla….

Resta da caricare la macchina…sci, valige, scarponi, racchette, doposci, giochi, giocarelli e, soprattutto, libri di scuola che nessuno aprirà mai una sola volta. L’operazione può durare da una alle tre ore,tutto sta nel trovare la soluzione degli incastri.

Tutto è pronto!!! sono ormai le nove!! Stai per salire in macchina quando…..”ma caro….e la mamma dove si siede?”.

Questo sì che è sentirsi vivi, questo sì che ti dà il senso della famiglia!!!

Buona penitenza!

nb: beato te Arcibà !!

(continua)

36 Risposte to “una settimana di penitenza”

  1. roselia Says:

    la settimana bianca che ricordo meglio ero in gita con la scuola….tanti tanti anni fa..e non fu penitenza, anzi.. 😉

    Ciao Nuiò!

  2. raphaela2 Says:

    Ma sembra la scena di una pubblicità!

  3. bitunicode Says:

    dopo che il mio caro ginocchio dx ha deciso di rompersi la sett bianca è un ricordo…ma ricordo perfettamente i giorni precedenti alla partenza…PRECISI PRECISI alla tua descrizione! Un classico è anche arrivare sul post ed avere la febbre li ed il medico parla solo ladino stretto!

  4. emma Says:

    buondì, non sono da settimana bianca, anzi, lo confesso, non ne ho mai fatta una, nemmeno un week-end bianco,

  5. emma Says:

    ops, pardon, continuo…
    dico niente di niente, e la febbre prima di questo evento non lo capisco, ma a quanto evdo è simile alle partenze delle ferie estive…
    tuttavia di solito l’aggiunta di roba la fa lui, io faccio la valigia in mezz’ora scarsa e chiudo tutto, lui invece la fa la sera prima e prima di partire ha sempre le ciabatte o la maglietta da inserire o la camicia da piegare (che mi chiedo: ma perchè i maschietti non ne vogliono sapere di piegare le cose e se si cimentano finisce che hai stirato per nulla?)
    se potessi andrei una settimana in ferie in una città europea, non in montagna…
    riposo, passeggiate, musei e monumenti da visitare.

  6. newyorker Says:

    roselì, posso immaginare….
    raphaela, sì come quella di quell’amaro…è sempre la stessa da cent’anni
    bitunicò, ginocchio o non ginocchio, si può anche andare senza sciare…
    emma, per fortuna anch’io posso non andare in settimana bianca, mio figlio infatti ci va da solo, ma qualche giorno in montagna lo passerò comunque in totale riposo e riflessione quando sarà passato lo tsunami umano…subito dopo Pasqua. Poi c’è anche tempo per qualche meta culturale….Insomma, diamo tempo al tempo. A proposito, anch’io chiudo la valigia all’ultimo momento per metterci le pantofole!!

  7. lisa72 Says:

    Meno male che questa ansia invernale me la evito.. almeno per un paio di anni ancora… Ma, anche quando dovessi riuscire andarci la Penitenza mi rifiuto di farla!!!!!!!! ^_^
    Un abbraccio, Lisa

  8. nadiaflavio Says:

    Pensa che bello alla domanda “tesoro e la mamma dove si siede?” poter rispondere dal posto di guida “La mamma ha ragione tesoro non ci può stare siamo pieni dei suoi bagagli, vabbè ne faremo a meno”.
    Sgommare e vedere dallo specchietto la sua sagomina incazzata che si allontana sbracciando e noi commentare con il/i propri figli:
    “E oggi tutto il giorno con il bob!”
    Ciao
    Flavio

  9. Dona Says:

    E dopo tanto stress sara’ sicuramente una settimana “in bianco”
    Spero che tutto cio’ siano degli appunti per un copione di un film tipo “mamma ho perso l’aereo” mi pare s’intitolasse….
    Buona giornata
    Dona

  10. Miskappa Says:

    Meno male che odio la neve!!!!!!!! Io ,quando parto, solo per luoghi rigorosamente caldissimi ed assolati, parto per un mese : ‘na settimana mi fa un baffo, appena arrivata devo già ripartire!!!!!!! Poi ci sono le città d’arte che adoro,mbè… lì il tubino è d’obbligo, ma lo infilo in borsetta all’ultimo momento, la valigia non la riapro manco morta.
    Comunque, ogni volta che mio marito deve caricare i bagagli in auto, temo che gli venga una crisi isterica o, peggio ancora, un infarto. E siamo solo in due…….
    Un saluto e buona giornata a te.
    Anna

  11. newyorker Says:

    lisa72, parole parole paroleeeee…..
    flavio, è il sogno universale di tutti i mariti
    dona, neorealismo italiano il mio, lascia stare le “americanate”
    miskappa, ma perchè siamo sempre noi mariti a caricare la macchina?? buona giornata anche a te, poi passo

  12. melania Says:

    Come Roselia ricordo la settimana bianca fatta in gita scolastica… molto interessante e in cui ho imparato tante cose.
    Da bambina e da ragazza andavo a passare le vacanze estive in montagna, ma per lo più in trentino e qualche volta in val d’aosta. Poco o niente neve ma innumerevoli scarpinate dalla mattina alla sera…

  13. priedavat Says:

    Mai fatte. Sono così distruttive? wow….

  14. newyorker Says:

    melania, nelle gite scolastiche si ….imparano parecchie cose…
    priedavat, altrochè se sono distruttive….tornare a casa è un sogno

  15. wood Says:

    MA VOI DI ROMA DOVE ANDATE A FARLA LA SETTIMANA BIANCA ??? O
    PRENDETE L’AEREO E VENITE DA NOI A SALICE D’ULZIO???

  16. Nausicaa Says:

    Vogliamo parlare di qnd si parte x le vacanze estive che durano più di una settimana?? Un casino pazzesco!

  17. Miskappa Says:

    Perchè? Servite anche ad altro?🙂 Ah sì, anche ad altro, dimenticavo….
    :-))

  18. newyorker Says:

    wood, alla pista artificiale di Dubai…
    nausicaa, ebbene, non c’è che dire sui bagagli per le vacanze estive, specialmente se si va in montagna ed io VADO in montagna….tuttavia, non so perchè ma sono più caotici quelli della sola settimana di passione-bianca
    miskappa, grrrrrrrr…

  19. Michela Says:

    lo voi sape’? Mai stata in settimana bianca.

  20. newyorker Says:

    michè,in simultanea…io da te e tu da me…mai stata? beh…aspetta che arriva la streghina….quante cose che non hai mai fatto dovrai fare….

  21. Miskappa Says:

    Ti ho messo in castigo dietro la lavagna nel mio blog, così impari!!!!!!

  22. laviniasilvia Says:

    IO sono sempre partita alla “cinque della sera”.
    L’auto la carico io, io lavinia, perchè lui corre a casa dall’uffico e si parte. Deve sistemare solo gli sci. Chè io non ho voglia di andare in cantina a prenderli.
    E poi io scio. Discesa fondo pattinaggio e poi shopping con il maritino. Solo nello slittino sono una frana.

  23. francesca Says:

    sei troppo simpatico…mio marito partirà sabato😦

  24. cristy Says:

    Mai fatta una settimana bianca in vita mia! A me piacerebbe anche se fosse di un altro colore! Ciao Cristy

  25. fannyanda Says:

    Oddio! Quando ero piccola i miei mi mandavano obbligatoriamente in settimana bianca, e oggi li ringrazio! In fondo, ho imparato a sciare, ho imparato a conoscere e ad amare la montagna, e tante altre cose in questo senso… crescendo mi sono dimenticata della neve, dei rumori attutiti e di una bella boccata di aria fresca. Quasi tutte le persone che conosco, dai familiari agli amici, si fanno una bella settimana bianca ogni anno. Io no, io mi sono completamente dimenticata che esistono anche le vacanze invernali oltre a quelle estive. Mi e’ completamente passato dalla mente e ora tu, New Yorker, me lo hai ricordato😦 di conseguenza, provvedero’ a rifarmi/ci di tutti gli anni persi nella bufera di neve:)
    Ma una cosa te la devo chiedere: come CAVOLO fai ad essere cosi’ costante nel pubblicare un post dopo un altro? Ti invidio e ti ammiro!🙂

  26. fannyanda Says:

    Che rabbia non riuscire a correggere in tempo gli errori di scrittura ~!

  27. enrico/babilonia Says:

    pagherei oro per avere la possibilità di una settimana a sciare, magari in val Badia

  28. newyorker Says:

    buongiorno a tutti….
    miskappa, dopo vengo a vedere!!
    lavinia, alle cinque della sera? e ci credo tu sei a due ore di macchina! ahhh come vorrei una moglie così….
    francesca, e no, le settimane bianche si fanni insieme sennò che ….passione è?
    cristy, mi dispiace, a parte le mie lamentele infatti penso valga la pena una pausa in bianco
    fannyanda, rifatti ma con giudizio…le idee mi vengono a ripetizione e, ti giuro, mi controllo
    babilonia, cosa osta a che tu e la tua family non possa andare? sono d’accordo sulla località….

  29. titty Says:

    mai fatta settimana bianca quando andavo a scuola…però adesso che ho imoarato un pochino a sciare mi piacerebbe..!!!

  30. laviniasilvia Says:

    Tre. Tre ore di macchina. In effetti capisco che da Roma…

  31. Pittrice Says:

    Mai stata in settimana bianca, quando andavano con la scuola, io stavo a casa. Odio il freddo ed odio la neve. Risparmio agonia a mio marito, sotto questo (solo) punto di vista.
    In compenso comincio a pensare alle ferie estive….a marzo, quando vado in agenzia viaggi..

  32. newyorker Says:

    titty, e allora che aspetti? ci sono settimane di passione per tutte le tasche
    lavinia, da Roma circa sette…magari ce ne volessero solo tre!!! sarei lì ogni fine settimana
    pittrice, idem infatti ora vado al mare anzichè in montagna l’inverno

  33. uneromaineaparis Says:

    mah… a me ‘ste settimane bianche non mi dicono niente. Primo: non so sciare ( e ho pure paura di imparare); secondo, dopo un po’ la montagna mi stufa…

  34. demi4jesus Says:

    ahahhahha… mi ricorda le classiche scene della mia famiglia in partenza… e da voi non c’è sempre chi deve andare al bagno all’ultimo minuto? 😀

  35. Arsomnia Says:

    ahahah.. è proprio così!😀
    vabè, dai.. quasi.. ci andavamo quando il mio giovane faceva le elementari e ci siamo sempre divertiti (e al mattino faceva i compiti!!)…E la notte non si dorme soprattutto per l’eccitazione della partenza.
    e se piove? e se si suda? e se si bagna? :D:D
    Mon marì dice che le donne sono così perchè non hanno fatto il militare😉

  36. newyorker Says:

    demi4, certo che sì
    arsomnia, infatti! se il pupo sudava erano cacchi!!! il bello era che andava sugli sci superimbottito, tornava in albergo zuppo di sudore e non di neve sciolta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: