il volto del tempo

49844_m.JPG 

quando un cassetto ti cade accidentalmente sul piede fa molto male specialmente se è pieno di ricordi…..

E’ capitato a me mentre cercavo disperatamente in fondo a quel cassetto una pila che potesse ridar vita ad un….. orologio ormai esausto.

Ognuno di noi ha un cassetto di cui si ha timore ad aprirlo magari perchè colmo di vecchie lettere o piccoli oggetti che non si ha il coraggio di gettar via, oppure, di vecchie fotografie ormai “dimenticate”.

Ad occhi chiusi pertanto cercavo ‘sta pila mai trovata cercando di evitare di poggiare lo sguardo su quella confusione di immagini, anche in bianco e nero, ma l’imponderabile ha fatto in modo tale che quell’enorme fetta di passato mi cadesse addosso tutto insieme.

Che potevo fare a quel punto se non raccogliere tutti quei volti sorridenti in fretta e furia sperando di non incontrarne alcuni ormai invecchiati o scomparsi?

A manciate le ho ributtate dentro alla rinfusa mischiando tra loro tristezza e felicità di quelle istantanee in un unico volto, quello del tempo.

Che male al….piede!!

45 Risposte to “il volto del tempo”

  1. Michela Says:

    io invece sono una masochista organizzata: so quasi sempre dove tengo i ricordi e mi metto proprio là, di punta, a farmi sanguinare il cuore, di tanto in tanto.

  2. newyorker Says:

    beh…da una zia così simpatica non poteva essere altrimenti🙂

  3. patricia Says:

    Ma alla fine, l’hai trovata la pila?

  4. arya Says:

    che bella copertina, quasi un dalì…

  5. newyorker Says:

    no, certo……era una metafora🙂

  6. newyorker Says:

    arya, beh molto….quasi🙂

  7. La guressa Says:

    ma…ti é caduto il cassetto sul piede? O la pila?😛

  8. newyorker Says:

    ahah guressa sempre a scavare eh?

  9. El Eternauta Says:

    Certi giorni non faccio altro che rovistare nei miei cassetti in cerca di ricordi, sia belli che brutti, ricordi dei tempi in cui ancora riuscivo a ”vivere”. Oggi, purtroppo, passo praticamente tutto il mio tempo lavorando!

  10. clio Says:

    Anch’io celo tutto nei cassetti, le cose buone, quelle un po’ meno, quelle cattive poi di tanto in tanto frugo alla ricerca di qualcosa e toh, ecco che torna alla luce quel mattino là, o quella volta lì o quel bigliettino lasciata da …. insomma cose così. Mi piace sapere che ci sono degli spazi dove c’è tutto questo dentro, così non mi pasano nella testa.
    Ahi ahi talvolta però pesano sui piedi.
    Ciao
    CLio

  11. animapunk Says:

    io tengo tutto in una scatola, e le foto in album….so che sono lì, non butterei niente, ma non guardo mai…in particolare le foto, l’animo mi si riempie di tristezza, rabbia, rimpianto, in particolare rabbia, verso me stessa e verso l’altro……ho sprecato troppa vita, ora meglio guardare avanti

  12. newyorker Says:

    @eternauta, e se considerassimo la mente come una enorme cassettiera?
    @clio, sì a volte ti pestano un…piede
    @animapunk, da tempo ho gettato via tutte le foto di una lei….senza alcun rimpianto

  13. animapunk Says:

    mah, basta non guardarle…..sono foto di 20 anni di vita e tre figli, a loro può far piacere averle…..non si può buttare via tutto, e poi in genere non serve a niente….è dentro di sè che bisognerebbe fare pulizia

  14. newyorker Says:

    no certo, non si possono buttar via, animapunk, un giorno saranno di compagnia ai nostri figli finchè un giorno….poi si ricomincia con i cassetti sui piedi

  15. laruota Says:

    Mi è capitato lo stesso.. ho un cassetto chiuso a chiave che non apro mai. Quando l’ho aperto ho trovato una marea di foto e ricordi di vecchie fiamme. La questione è stata ancora più tragica perché di fianco a me c’era la mia attuale fiamma che non ha gradito molto :D…

    Un saluto e grazie del benvenuto in wordpress!!

  16. newyorker Says:

    ahahah immagino laruota, a chi non è successo….🙂

  17. viaggiosenzavento Says:

    comincio a preoccuparmi…
    ieri, per distrarmi da certe incazzature lavorative ho deciso di riordinare il cassettone della mia scrivania.
    ne sono venute fuori vecchie mail a persone che non fanno più parte della mia vita da anni, che mi hanno fatto tornare alla mente episodi e persone quasi dimenticate.
    pensavo di scriverne un post… ma il tutto non era ancora ben maturato…
    i fogli sono finiti nel tritarifiuti, i pensieri, forse, diventeranno parole, così rimarranno nel tempo. solo ciò che voglio ricordare.

  18. newyorker Says:

    elisa (viaggiosenzavento) ha inconsapevolmente aperto una ulteriore riflessione….i cassetti di noi “anziani” sono pieni di fotografie, quelli dei più giovani di e-mail….questo è il progresso…
    c’è da pensarci

  19. mantiduzza Says:

    non credo proprio solo al piede…

  20. newyorker Says:

    ahahha brava mantiduzza🙂

  21. Arya Says:

    Ciao forse tra i tuoi blogger c’è anche un altra Arya! Io arrivo dal blog Ellesmèra e saluto sia te che la mia omonima😀 Ora riesco a comprendere il commento che tu hai lasciato da me… Ti ringrazio ancora e invito entrambe a passare nel mio blog se vi va. Anche per sapere cosa ne pensa un’altra Arya di ciò che scrivo.
    Ti faccio i complimenti per il tuo un saluto🙂

  22. newyorker Says:

    ops…mi spiace e mi scuso…ma tutto sommato non mi dispiace poi tanto perchè è stato il caso che ci ha presentati…come nella migliore letteratura, a presto🙂

  23. desmondtutu Says:

    E davvero credi che chiudere gli occhi potesse servire a non farti incontrare quei volti??!! a volte ad occhi chiusi ci passano davanti immagini ancora più nitide delle fotografie, flash back carichi di profumi e colori e sensazioni tattili a tal punto da farci vibrare come davanti ad un burrone con il senso di vertigine addosso.
    Prorpio così, io le chiamo vertigini ed è quello che provo davanti a ricordi ancora vivi, e palpitanti per sempre.
    Bacio postraumatico allora!😉

  24. newyorker Says:

    grazie, ne avevo proprio bisogno :)…tra la botta dell’altra sera in macchina e la cassettata sul ditino di oggi, un cerotto ci sta bene

  25. desmondtutu Says:

    bene bene… allora te ne lascio uno di scorta, non si sa mai!😀 smack

  26. uneromaineaparis Says:

    non parliamo di cassetti che cadono sui piedi…. ancora c’ho il mignolo gonfio…. (si chiama mignolo il mignolo del piede? ecco che mi vengono i dubbi… andiamo bene….)

  27. arya Says:

    troppa arya in giro…😀

  28. Uyulala Says:

    Non amo guardare foto (non più perlomeno) anche se amo conservarle. Ho cassetti disordinatissimi e li apro nel momento in cui mi serve dello spazio. A quel punto riordino, e mi accorgo di aver conservato per lo più delle cose di cui non avevo affatto bisogno. E quindi ce le butto…

    La cosa strana è che la malinconia mi viene soprattutto quando guardo la pila di fotocopie degli appunti di Clinica Pediatrica. Una pila alta da terra circa un metro, di fotocopie fronte-retro. (ovviamente non sono in un cassetto ma in un armadio). Ripenso a quel periodo in cui ho passato la giovinezza a studiare e mi dico: MA QUANTO SEI SCEMA!!!

  29. disastro Says:

    con 2 traslochi ormai non ho più il mio cassetto!!!!!!!!
    peccato!
    grazie per la tua visita

  30. Goccia Says:

    Non credo serva buttare tutto per cercare di dimenticare…
    Non è chiudendo in un cassetto le persone e gli attimi vissuti che si risolvono le cose. Perché non portare tutto con noi e ricordare i bei momenti?
    Buttiamo sti cavolo di cassetti e riempiamo la vita di quello che abbiamo vissuto. Perché nel bene o nel male hanno contribuito a farci essere quello che siamo ora.😉

  31. Max Says:

    Mi viene da pensare ai miei suoceri che hanno visto scomparire la loro casa e tutti i cassetti in una notte del 93 quando i musulmani bosniaci gli hanno bruciato la casa perchè erano Serbi…

    Sono scappati in pigiama e ora vivono senza una cazzo di foto…nessun ricordo…le cose care sono bruciate tutte…ma vivono ugualmente e cercano di tenere la memoria viva ricordandosi spesso delle persone care, dei momenti felici…usano il telefono molto piu di me…chiamano tutti quelli che hanno condiviso con loro un pezzo di vita, solo per sentire la voce e per dire…TI RICORDI

    Forse oggi sono ancora cosi vivaci e arzilli proprio per questo…per non dimenticare.

  32. newyorker Says:

    @romana a parigi, si chiama mignoletto
    @arya, la finestra è aperta
    @uyalala, le foto, man mano che si cresce sono sempre un problema, i ricordi no….avere una laurea non è poi così da stupidi, servirà a poco nel lavoro ma nella vita serve parecchio
    @disastro, sei un disastro!
    @goccia, siamo d’accordo
    @max, per non dimenticare in questo caso è d’obbligo…sono vicino, sempre, ai più deboli

  33. Oscar Ferrari Says:

    Ad un mio amico ex playboy è successa quasi la stessa cosa: gli è caduto in testa il baule dove raccoglieva le mutandine ricordo

  34. newyorker Says:

    ahahah oscar, finalmente ti ritrovo, dov’eri?

  35. Uyulala Says:

    @ newyorker: eh… nel mio esclamativo di stupidità c’è tutta una frustrazione dietro che manco lo strascico di Grace Kelly al suo matrimonio…

  36. newyorker Says:

    uyalala quindi intendi dire che anzichè passare il tuo tempo a studiare avresti potuto passarlo a divertirti e raccogliere più ricordi di amori e viaggi?

  37. bitunicode Says:

    anche se usiamo le mail ….riempiamo gli hardisk!!!😉

  38. Uyulala Says:

    @ newyorker
    da giovane ero più vecchia di adesso. Poi, attribuire allo studio questo fatto è ovviamente una fesseria, ma, ripeto, dipende dalle frustrazioni che vivo ora. Fatto sta che quello che ti ho descritto, ossia aprire l’armadietto con gli appunti di clinica pediatrica e avere quelle reazioni emotive, mi è successo davvero qualche mese fa. La cosa strana è che volevo buttarli via (raccolta differenziata, ovviamente) ma non ci sono riuscita…

  39. lilly75 Says:

    Ma che te ne fai di tutte quelle foto? Io le mie vecchie le ho gettate nella spazzatura e insieme a loro il mio passato. Non puoi immaginare che peso che mi sono tolta. Inoltre ho più spazio per la biancheria intima.
    Beh, indosso qualcosa e esco. Piove? Bah, chissenefrega, tanto c’ho l’ombrello.
    ‘Notte!

  40. newyorker Says:

    @ bitunicode, è vero, io tesso ora ho un mio nuovo “cassetto” nell’hard disc…almeno non mi cade sui piedi
    @uyulala…..non dirmi che eri tutta “casa e chiesa”
    @lilly75, anch’io mi comportavo così poi l’età….rivedermi in certe foto di quando ero ragazzo mi fa certo tristezza ma a volte il naufragare in certe acque fa bene.

  41. lilly75 Says:

    Tristezza?! Non ci pensare più. Fai un po’ di foto adesso da guardare fra vent’anni, tanto per navigare in acque non troppo lontane dalla riva.
    Io non invecchierò mai, avrò al massimo un giorno di vita, perchè rinasco ogni mattina. Ed è sempre primavera!

  42. newyorker Says:

    lilly sono un ottimista ed entusiasta della vita,quindi, seguirò il tuo consiglio🙂

  43. laprofumiera Says:

    a me farebbe più male frugare nel cassetto che riceverlo sul piede…
    soffro molto il peso del passato e sapendo di essere una nostalgica, piuttosto, razionalmente, chiudo il cassetto a chiave…

  44. newyorker Says:

    @laprofumiera e la butti la chiave?

  45. laprofumiera Says:

    no… non si sa mai. in fondo sono schiava del passato, anche se mi scoccia ammetterlo. Ci sarà sempre un momento in cui potrò avere voglia/bisogno di aprirlo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: