siete sicuri di essere soli?

immagini-008.jpg

questa foto l’ho scattata qualche tempo fa. Non importa che vi dica dove l’ho “rubata” perchè penso ciò che intrinsecamente essa rappresenti si viva un pò ovunque nel mondo: la solitudine.

Ero in pausa studio e affacciatomi alla finestra vedo arrivare questa giapponesina in bicicletta, sola soletta, che, con fare metodico al limite della pignoleria, appoggia la bici sul muretto e con sguardo timido sistema più volte il cavalletto secondo angolazioni che solo lei cercava  finchè, trovata quella giusta, si sistema i capelli, la giacca rosa e, premuto l’autoscatto, corre a sedersi davanti all’obiettivo.

Accenna un sorriso malinconico e, ignorando di essere osservata, aspetta con ansia il click della macchinetta fotografica.

Se ne fa tre o quattro di istantanee che, anche se in posizioni diverse, hanno ritratto tutte lo stesso sguardo, lo stesso sorriso triste di chi non ha neanche un compagno, un amico, un passante cui poter chiedere amore o semplicemente aiuto.

Dopo un attimo di indecisione, smonta tutto e se ne va, senza sapere che non era affatto sola nè in quel momento nè ora che siamo qui a guardarla, come fossimo suoi amici, col suo sorriso malinconico e la sua giacchetta rosa.

Chissà dove sarà adesso…..

27 Risposte to “siete sicuri di essere soli?”

  1. Michela Says:

    in effetti fa un certo “freddo”.

  2. newyorker Says:

    beh….lo preferisco al caldo

  3. Elisa Says:

    Povera giapponesina, mette tristezza. Chissà perchè era tutta sola.

  4. ilredeire Says:

    Buon compleanno!🙂

  5. newyorker Says:

    grazie redeire

  6. ilaria Says:

    quello che hai scritto fa un certo effetto…

    Vedo che ti fanno gli auguri…….e allora……mi aggiungo anche io

    HAPPY BIRTHDAY NY!!!

  7. misia Says:

    ehm..IERI era il suo compleanno??
    pardon, scusi…ero fuori…auguri!

  8. newyorker Says:

    grazie!!! misia, ilaria🙂

  9. baskerville Says:

    architetto che fai, ricicli?

  10. newyorker Says:

    sì, non sapendo come si traspotano da un blog all’altro….:)

  11. CLIO Says:

    In ritardo gli auguri vanno bene lo stesso? spero di sì.

    Per la foto sono sincera, non mi ha fatto un’impressione di solitudine forse perchè a me non piace che altri mi scattino le foto, mi piace farmele da me…

    La foto potrebbe essere la copertinadi un libro di Banana Yoshimoto.
    Ciao
    Clio

  12. newyorker Says:

    grazie degli auguri….

  13. odiamore Says:

    Magari non è sola, ossia non è una persona sola. A me è successo di passare giornate intere da sola in una città che non era la mia, e di farmi fare le foto da qualcuno. Certo, l’autoscatto forse è un po’ triste, però magari non parla la lingua del posto? PS alcune mie compagne delle elementari quando facevo “così” mi chiamavano Pollyanna🙂

  14. newyorker Says:

    era proprio sola….purtroppo e forse le stava bene così in un Paese così lontano…ciao polly

  15. Sleeping Says:

    Ma il fiume dietro è per caso l’Adige a Verona?
    🙂

  16. newyorker Says:

    no sleep…siamo a Bruges in Belgio….

  17. Sleeping Says:

    Mi ricordava un po’ l’Adige a Verona…
    Diciamo che ci ho sbagliato in pieno😀 …
    Ciao ciao
    🙂

  18. Massimiliano PASQUALONI Says:

    mi associo ai corali auguri.

    Complimenti per l’ottimo spunto di riflessione, tra il malinconico (la solitudine) e l’inquietante (il grande fratello che ci osserva).

    Non so trai due quale alla fine sia il male peggiore…

  19. Kijio Says:

    1. hai violato palesemente la privacy;
    2. non necessariamente chi sta in solitudine sta male;
    3. magari era l’ultimo giorno che stava in italia e desiderava girare da sola, pensando ai capperi suoi facendo una foto in santa pace, prima di tornare magari in una megalopoli come tokio dove l’essere da soli e’ la normalita’, ma solo se sei circondata/o da migliaia di persone;
    4. magari gli giravano le balle e quello era il suo modo di distrarsi e pensare ad altro;
    5. magari la foto gli serviva proprio per una illustrazione di manga;

    hai svelato la tua vera vocazione: fare il paparazzo! ahahahhhaha

    bell’articolo, peccato che hai creato qualcosa partendo da materiale “improprio”, potevi fare altrettanto prendendo da flickr o qualsiasi altra fonte fotografica.😉

  20. arya Says:

    Auguri architetto!🙂
    …ricordavo il post, rimane una bellissima foto.
    luce fredda, tanti toni di grigio e un pò di rosa. molto bella davvero.

  21. newyorker Says:

    bravi massimiliano e kijo (origini giapponesi?), avete colto entrambi le implicazioni dei quanto ho scritto.
    e grazie a arya, troppo buona🙂

  22. Kijio Says:

    grazie per il bravo😉 ma kijio ha origini piu’ orientali .. e’ swahili😉
    comunque i giapponesi mi piacciono moltissimo perche’ la loro melanconia, il loro modo originalissimo di affrontare le cose mi risulta affascinante.

  23. newyorker Says:

    India, Giappone…..Paesi incredibilmente importanti.

  24. Twister Says:

    ecco il 13…. perdo colpi!

  25. rover_hendrix Says:

    almeno ha la volontà di potersi fare una foto…
    sarà sola, ma non ha perso la voglia di vivere.
    aveva voglia di quella foto in quel momento, e quando la vedrà fra anni e anni (magari con qualcuno…) non penserà più di essere stata sola…

  26. Dody Says:

    Verissima la conclusione che trai! Eppure ognuno di noi si sente irrimediabilmente solo, chissà perchè.
    Grazie

  27. newyorker Says:

    grazie a te dody (che bel nome!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: